I trend del digital marketing 2018

digital-marketing-2018

Se è vero che le strategie di digital marketing stanno progressivamente influenzando il comportamento dei consumatori, resi più esigenti dalla possibilità di comunicare direttamente con i brand attraverso una pluralità di canali, a cambiare sono anche le strategie delle aziende alla ricerca di nuove opportunità.
Abbiamo selezionato alcuni trend che assumeranno in questo e nei prossimi anni un ruolo centrale nella vita delle persone e nei processi aziendali, con l’obiettivo di rendere l’esperienza più fluida e interconnessa che mai.

Quali saranno le principali tendenze che caratterizzeranno il digital marketing nel 2018?

1. Video
I video saranno i protagonisti indiscussi di tutto il 2018. Secondo le statistiche, il 90% dei contenuti condivisi dagli utenti sono video, l’87% delle aziende presenti sui social utilizza video nelle proprie campagne promozionali e, entro il 2020, l’80% del traffico globale sarà attribuito proprio ai video.
La tendenza che ha individuato We Are Social riguarda la lunghezza dei contenuti: se in passato le piattaforme consigliavano ai brand di creare contenuti sempre più brevi e se è ancora vero che le conversazioni delle persone vertono spesso su contenuti immediati e semplici da fruire, è altrettanto interessante osservare come video ed esperienze di più lunga durata, stiano diventando sempre più rilevanti per le persone.

2. Live streaming
Anche il live streaming è ormai integrato in tutte le principali piattaforme social, grazie anche alla diffusione di smartphone e al miglioramento della connessioni mobili. L’80% degli utenti preferisce guardare un live video di un brand, anziché leggere un post e le dirette Facebook sono viste 3 volte di più di un video regolare.

3. Chatbot
Nel 2018 assisteremo a una maggiore presa di conoscenza delle potenzialità offerte dai bot e a un aumento dell’utilizzo, soprattutto di Messenger, che Facebook vuole diventi la piattaforma preferenziale per il servizio di customer care.
L’evoluzione e la diffusione dei servizi di messaggistica è destinata quindi a continuare. Più utilizziamo canali privati – messaggi diretti – per contattare gli altri e più tempo spendiamo utilizzando servizi di messaggistica, più diventa importante per i brand capire come apportare valore a questo scenario.

4. Contributor
Secondo We Are Social la tendenza dei brand è quella di essere guidati dalle idee e dalle interazioni con i loro consumatori e le persone si stanno sempre di più trasformando in contributor. Non si tratta solo di essere un acquirente occasionale, ma di avere un senso di appartenenza reale alla community della marca e dell’esercitare un ruolo attivo nel delinearne il futuro.
La community diventa quindi la più grande risorsa del brand, promuovendolo nel bene, difendendolo nel male e aiutandolo a disegnare sviluppi futuri in base a desideri e bisogni dei clienti.

5. Realtà aumentata e realtà virtuale
La Realtà Aumentata e la Realtà Virtuale si stanno diffondendo a macchia d’olio in tutti gli ambiti e nei settori più disparati sia in Italia che all’estero e saranno uno dei trend più diffusi del 2018 e dei prossimi anni, inaugurando una nuova modalità esperienziale per scopi ludici, didattici, divulgativi e d’acquisto.
L’oggetto che abiliterà l’utilizzo di massa della Realtà Aumentata è lo smartphone, che ormai è un vero e proprio computer nelle tasche di tutti. Sia Apple che Google hanno enfatizzato la tecnologia AR negli ultimi modelli lanciati sul mercato, addirittura mettendo in mostra esperienze di shopping e gaming durante le conferenze stampa di presentazione.