Los Pollos Hermanos: un pollo stupefacente!

Los Pollos Hermanos apre a Roma e Milano

Los Pollos Hermanos arriva in Italia.

Sembra proprio sia ufficiale, a confermarlo è la stessa Netflix: la catena di fast food Los Pollos Hermanos aprirà due punti vendita anche nel nostro paese, a Roma (Via Cavour) e Milano (Piazza XXIV maggio) questo venerdì, in concomitanza con l’uscita della terza stagione di Better Call Saul, spin-off della serie Breaking Bad.

Per chi non sapesse di cosa stiamo parlando, Los Pollos Hermanos è un fast food immaginario della serie Breaking Bad il cui proprietario, Gustavo “Gus” Fring, è un imprenditore impeccabile. Pacato, calmo e mite all’apparenza, in realtà sotto la maschera cela un animo aggressivo e spietato. Gus, infatti, è uno dei più pericolosi narcotrafficanti della serie, a capo di un’organizzazione dedita allo spaccio di metanfetamina.

Perché ne parliamo?

Netflix ha annunciato lo sbarco in Italia con un duplice evento sui suoi canali:

“È con immenso piacere che annunciamo l’apertura dell’autentico Los Pollos Hermanos anche in Italia. Vieni a provare il gusto stupefacente del nostro pollo fritto, preparato con amore e servito con il sorriso dal nostro personale, che sarà a tua disposizione per garantire un’esperienza impeccabile.

Ti aspettiamo il 12 e il 13 maggio, in Piazza XXIV maggio, 4 (Milano) e in Via Cavour 333/335 (Roma)

In omaggio per te pollo fritto, curly fries e bibita, dalle 18:30.

Puoi parlare con il proprietario del ristorante, chiamando il 342 0305572. Non esitare a contattarlo!”

Sin dall’annuncio troviamo alcune chicche: il neanche troppo velato riferimento alla serie Breaking Bad – un pollo stupefacente, il celebre sorriso della persona, sempre capace di dissimulare la reale attività del fastfood – e il numero di telefono del proprietario.

Sì, perché chiamando il numero si scopre che a darti maggiori informazioni è proprio lo stesso Gus Fring, con la sua tipica voce pacata che, oltre a invitarti a provare il pollo stupefacente ti rassicura:

“… dovessi incontrare qualche problema provvederò personalmente a sistemare la faccenda”.

Insomma, una strategia di comunicazione a tutto tondo che unisce il consolidato immaginario della serie televisiva all’esperienza in-store, offrendo ai clienti (soprattutto agli appassionati della serie!) un’esperienza firmata Breaking Bad.