Dagli albori degli studi sulle abitudini di consumo dei clienti, analisti e marketers hanno sempre fatto affidamento sui dati demografici per individuare i bacini di clienti potenzialmente interessati.

Oggi però i dati demografici rischiano di non essere più d’aiuto.

I meri dati demografici non ci permettono di comprendere le reali necessità dei clienti, cosa cercano i consumatori in un dato momento, come lo cercano e dove.

È giunto il momento in cui l’intenzione ha definitivamente superato l’identità.

Cos’è l’intenzione?

Dall’appassionato di cucina in cerca di una ricetta su YouTube allo studente a caccia di un libro universitario su Amazon, tutti noi viviamo un legame simbiotico con i nostri dispositivi mobile.

Nel momento in cui si manifesta una necessità, un bisogno, ci affidiamo a questi strumenti per cercare una risposta: i dispositivi ci supportano nel processo decisionale.

Sono momenti ricchi di “intenzione” e rappresentano una autentica miniera d’oro per i marketer: significa poter entrare in contatto con il cliente nel momento preciso in cui è in cerca di qualcosa.

Comprendere l’intenzione e soddisfare l’esigenza nel modo più rapido e preciso possibile, nel momento più idoneo, è la chiave. Significa raggiungere il consumatore nel momento per lui più significativo: essere al posto giusto nel momento giusto.

Essere presenti e essere utili.

Farsi trovare nel momento in cui si deve soddisfare un’esigenza (tramite un tutorial su YouTube, una ricetta sul proprio sito, un’offerta tramite DEM) infatti non è però sufficiente: bisogna essere utili.

Rendersi utili per il consumatore significa pensare lateralmente a modalità originali e tangibili in cui il proprio marchio, la propria azienda o il prodotto può rendere la vita del consumatore migliore in quel momento.

L’express checkout in seguito ad una offerta limitata nel tempo, la geolocalizzazione dei punti vendita più vicini dopo una dem, suggerimenti di alternative d’uso di un prodotto… gli esempi possono essere davvero infiniti!

Grazie a un approccio iterativo incentrato sull’analisi comportamentale delle persone, KAERU vi supporta nell’individuazione di questi momenti e nel mettere in campo la strategia più idonea ed efficace.

 

 

[fonte e credits dell’immagine, scritto originariamente da Lisa Gevelber]